Project Ara, il telefono componibile by Google Motorola


Oggi vogliamo parlarvi di un interessante progetto, l’ennesimo di Google, il progetto in questione si chiama: Project Ara; Ara è un telefono componibile, nel senso che è possibile scegliere i pezzi da montare nel proprio cellulare a secondo delle proprie esigenze.

Quindi i moduli da montare possono essere display lcd, ram, fotocamere, altoparlanti, wifi, bluetooth, ecc.

Questa caratteristica apre innumerevoli possibilità, ad esempio nel caso in cui si danneggiasse accidentalmente il telefono si potrà sostituire solo il pezzo danneggiato e non essere costretti a riparare o sostituire del tutto il terminale come avviene oggi per tutte gli altri dispositivi Android.

La possibilità di poter riparare il proprio dispositivo senza l’aiuto di mani esperte non è la sola, con Ara, potremmo acquistare svariati moduli dal market dedicato, che sarà libero da vincoli verso Google è montare i moduli di cui abbiamo bisogno a secondo delle nostre esigenze quotidiane, potremmo montare un sensore GPS, oppure al suo posto un monitor delle funzioni vitali, oppure se svolgiamo mestieri tecnici potremmo decidere di montare ad esempio  un ipotetico modulo “multimetro”.

Gli sviluppatori del progetto hanno fatto sapere che Google venderà la piattaforma basa e che poi i produttori hardware saranno liberi di produrre il proprio modulo Ara per soddisfare le esigenze di mercato, questo fattore favorirà molto la customizzazione del terminale, che risulterà sicuramente molto appetibile a tutte le aziende, inotre con pochi euro l’utente stesso potrebbe stamparsi con una stampante 3D la scocca del modulo e personalizzare quindi il telefono a secondo dei propri gusti.

L’uscita del progetto è prevista per la fine del 2015, rimangono numerosi dubbi riguardo la versione definitiva e quale sarà il suo reale design, personalmente, mi sono domandato cosa succedesse al terminale qualora cadesse a terra, con l’attuale design saremmo costretti a raccogliere tutti i moduli dal pavimento e credo che sia molto probabile che aggiungeranno qualche vite.

Non ci resta che aspettare per vedere le grandi novità che questo terminale componibile porterà nella telefonia mobile.